Pink Flow: il mio ‘verso i trenta’ birthday party a Milano. C’è sempre un buon motivo per festeggiare.

I compleanni sono come le stagioni: alcuni sono accolti a braccia aperte e altri possono deprimerti. Ma nonostante ciò, bisogna celebrare ogni pietra miliare intascata in modo divertente, perché quale scusa migliore se non quella di radunare tutte le tue persone più care in una stanza e ricordare l’anno passato (o gli anni) trascorsi insieme?

Quando sei bambino è così facile scegliere un tema o un posto preferito per ospitare la propria festa.

Dalla festa da ballo, la festa a tema circo, la festa della Discovery Zone (qualcun altro ricorda di saltare in quelle enormi pile di palle di plastica color arcobaleno?).

Con l’avanzare dell’età, le idee tendono a ridursi e il tema diventa “Incontriamoci al bar vicino casa!”

E anche se non è un anno particolarmente speciale, ovvero uno dei “grandi” questo non vuol dire che sia sbagliato festeggiarlo, tra coriandoli e dolci, come da bambini, motivo per cui ho deciso di trasformare casa mia nel set di California Gurls della mia Katy Perry e diventare Barbie Dreamtopia per i miei 26 anni.

OUTFIT

Se cercate semplicità, siete nel posto sbagliato.

Se siete soliti optare per il classico tubino nero, siete nel posto sbagliato.

Se preferite gli abiti A-line e la silhouette rilassata, siete nel posto sbagliato.

Se amate avere un tocco elegante ma sexy, colorato e partymodeon, siete nel posto giusto.

La parola d’ordine? Paillettes!

Brillare come stelle, è il giusto mantra per celebrare il proprio giorno.

Sinuosità da sirena e punti luce, il 2018 è l’anno delle paillettes.

E chi sono io per andare contro le tendenze by runway?

Allineata alla luce e vestita da supernova, ho scelto anch’io di allinearmi e indossare la luce.

E se le nuance pastello sono le protagoniste per la bella stagione, pailletes sì, ma rigorosamente ultraviolet!

HAIRSTYLE

Voglia di cambiamento 2.0 che non riduca la tua chioma a 0.0?

Ci pensano le magiche hairdesigners di Sciatè.

Dal colore all’acconciatura, le bravissime ragazze di questo salone hanno compiuto un’ardua impresa con i miei capelli.

Un pennello per bacchetta magica a compiere l’impossibile e i fantastici prodotti Biolage della linea Raw, così naturali che definirli healthy non è sufficiente.

Partite da una decolorazione su base con blondys, uno schiarente studiato per essere messo direttamente sulla cute, poi tonalizzato con dialight loreal per spegnere il giallo, infine lavorato con le nuove tonalità diarichesse (colorazione tono su tono) con il lilla e il rosa.

Infine il tocco magico di Color Care di Biolage Raw (shampoo, acidificante e conditioner) con latte di avena e cocco…per un risultato incredibilmente incredibile.

E dopo un bellissimo Violet Gradient, è toccata all’acconciatura.

Maghe, con i pennelli ma non solo: le ragazze di Sciatè mi hanno letto cuore e testa, interpretando perfettamente la mia anima, stile e desideri.

Et voilà, trecce francesi laterali e onde, così belle che profumano di brezza marina e d’estate.

Un look chic, ricercato e raffinato, ideale per mettere in risalto le diverse sfumature di colore del mio hairlook.

Risultato TOP!

FOOD

Siamo quello che mangiamo e mangiamo quello che siamo, per questo non potevo che scegliere qualcosa che ricordasse le mie origini, tra tradizione e creatività.

Sfogliatelle e Babà sì, ma salati!

Ecco la genialità di Malìa, rosticceria e pasticceria prêt-à-porter a Milano, dove Cristina e Francesco, amici da una vita e figli di alcune delle migliori cucine stellate d’Italia, creano la loro malia (termine della tradizione napoletana) appunto, incantesimo per gli occhi e per il palato.

Lei dolce, Lui salato.

Dalla tradizione partenopea della passione per la cucina unita all’estro creativo del sud, Malìa offre prodotti di altissima qualità, accuratamente selezionati e trasformati sapientemente in eccellenza gastronomica.

La magia di Francesco si chiama

mini babà salato: impasto con lievito madre, farina macinata a pietra del Molino Qualglia ai friarielli, ripieno di ricotta di Bufala Campana e pomodoro rosso secco del Vesuvio;

e

sfogliatella salatacon ripieno di Parmigiana: crema di melanzane, mozzarella di Bufala Campana e Parmigiano reggiano 36 mesi Vacca Rossa;

Opera d’arte invece la creazione di Cristina, che ha realizzato per me un’incredibile

Flower Cake con base di pasta frolla, cremoso di cioccolato bianco al profumo d’arancia con granella di pistacchio di Bronte, frutti di bosco e fiori eduli.

La loro è davvero pura Malìa!

Per il mio viaggio di sapori e golosità da sud a nord, non potevano mancare i miei fantastici macarons e praline e chi è il maestro di Milano?

Enrico Rizzi naturalmente!

Ispirato dal suo amico, il rinomato chef Claudio Sadler, Enrico inizia il suo progetto partendo dal banqueting dove acquisisce l’esperienza che oggi lo contraddistingue e lo eleva tra i migliori.

Entrato tra le principali classifiche grazie ad Attimi di Gusto a Milano per il suo gelato artigianale, la sua passione l’ha portato alla realizzazione ed evoluzione gourmet dei classici macarons parigini.

Dai gusti classici come pistacchio, nocciola, cioccolato fino ad accostamenti creativi come fiori d’arancio, rosa e zenzero fino agli innovativi macarons salati al salmone, aneto e semi di papavero, quello alla senape antica, quello alla ‘nduja, la tipica salsiccia piccante calabrese, oppure al tartufo bianco, al foie gras fino al fantastico macarons alla polpa di riccio.

Il mio preferito?

I macarons al Dom Pérignon Vintage 2009!

Deliziosa ganache di cioccolato bianco Valrhona e Champagne Dom Pérignon 2009, racchiusa tra due preziose coques dorate.

La cremosità del cioccolato bianco accompagna dolcemente le note fruttate, mature e agrumate di questa speciale annata di Dom Pérignon.

Direi che in ogni festa di compleanno che si rispetti, la pizza non può assolutamente mancare!

Sana, digeribile e incredibilmente gustosa, perché la pizza si deve mangiare a cuor leggero…ma anche a pancia leggera.

Per il mio evento ho scelto Beato Te, la miglior pizzeria di Milano, l’unica ad avere oltre 12 impasti differenti: normale, cereali, soia, kamut bio, integrale, carbone vegetale, canapa sativa, quinoa, pistacchio, mojito, mais corvino e senza glutine.

Ingredienti d’alto profilo, lavorazione lenta e innovativa che rende l’impasto altamente digeribile e abbinamenti gourmet rendono Beato Te sicuramente la migliore pizzeria di Milano e secondo me tra le prime dieci d’Italia.

Pizza al carbone vegetale con pesto di pistacchio, verdure grigliate, olive, porcini, pomodorini e scaglie di parmigiano… la mia preferita.

Che dire se non, beata me!

L’unico frutto dell’amor?

E’ la patata…di Gialle&Co.

Per completare il mio gustoso viaggio di sapori non potevo non concludere con le incredibili patate ripiene di questo angolo di conservazione della tradizione di uno degli ingredienti più rappresentativi dell’Italia, attraverso la sua reinterpretazione gourmet.

Leggete la mia recente review, per scoprire tutto quello che amo della patata…quella di Gialle&Co, che avevate pensato?

Ok, abbiamo parlato del cibo, ma quello riempie la pancia, mica i bicchieri e si sa, no drink no party.

Dai capelli all’arrangement, ho scelto il rosa, colore che rappresenta la mia essenza di donna ma anche di bambina, il mio fiore preferito, di maggio, il mio odoroso mese di compleanno, colore che ispira la mia creatività e la mia vivacità.

Da piccola scartavo i polaretti e prendevo quello rosa, fragola o colorante che fosse, per me era quello l’unico che avessi voglia di mangiare.

Oggi non sono molto cambiata.

Dai polaretti rosa sono passata al rosé, profumato, floreale, dai sentori di rosa e fragola selvatica e sì…instagrammable !

Per onorare questi 26 anni ho deciso di brindare con uno dei più buoni che abbiamo nel nostro ricchissimo paese wine producer, Corte Bacaro.

Nel calice di questa rinomata cantina, un mondo di esperienze sensoriali, gusto e accostamenti ricercati, dall’aperitivo ai secondi di pesce, passando per le carni bianche e i crostacei.

Raffinato agli occhi ed al palato, il sapore rosa dell’emozione, è quello che contraddistingue questo ROSÉ – EXTRA DRY dagli altri.

Grazie a Jafera floral e Moyses Stevens flowers per i bellissimi fiori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...