Happy 25th birthdaylou 

Il 1992 ha fatto la storia: è l’anno in cui è nato Disneyland, l’Internet Society e cosa più importante…io (con la modestia che mi contraddistingue sempre :D)Mancano ventiquattro ore al mio primo quarto di secolo e sono già pronta sul blocco di partenza per la corsa ai festeggiamenti.

Ho sempre considerato il compleanno il più importante degli avvenimenti da celebrare (modesta e mai egocentrica :D) e da qualche anno ho organizzato weekend lunghi per festeggiarlo: viaggi, amici, arte, musica e tante tante dolcevolezze (che morirò di diabete ormai è un dato di fatto).

Quest’anno saranno venticinque e per onorare un quarto di secolo occorre come minimo un quarto di mese, motivo per cui sono stati organizzati non uno, non due, ma ben tre weekend di festeggiamenti. Ed oggi vi racconto il primo.
Fermata? La Ville Lumière!
Erano passati tre anni dalla mia ultima volta in Francia e volevo vedere finalmente Parigi in primavera. 

A spasso senza un planning, sorseggiando un Mariage Frères all’aperto (il tea più buono al mondo) e gustando i miei tanto amati macarons: era questa l’idea per trascorrere un compleanno tranquillo e spensierato; ignoravo il fatto che sarebbe invece stato molto di più.

Parigi, di tutti i luoghi, è dove mi sono sempre sentita un po’ a casa: sarà che una parte di me appartiene a questa terra, sarà il nome o la puzza sotto il naso all’insù, degno di ogni francese che si rispetti; non ho mai nascosto il mio desiderio di vivere lì, anche temporaneamente e questo viaggio ne è stata la conferma.
Ho preso una stanza in un boutique hotel in centro non lontana dal magnifico quartiere di Marais, uno dei più antichi di Parigi; stazione a 2 minuti e di fronte due linee della metropolitana, negozi e ristoranti intorno a Rue Saint-Antoine, oltre a decine di stradine dove vagare e perdersi tra pensieri e sogni.

L’appartamento in sé era piccolino, ma moderno e confortevole. Me ne sono innamorata, soprattutto per la sua combinazione di colori oro e blu, travi in legno, vasi di fiori alla finestra, un libro di cucina francese sulla scrivania e un tavolo da caffè stile bistrot sul balcone.

Mai come questa volta, mi sono sentita una “francese di quartiere”. 

Era esattamente dove volevo essere per festeggiare il mio compleanno.

E quando tutto sembrava già perfetto, eccoli lì, i biglietti per Disneyland e mille sogni da bambina trasformati in realtà. Festeggiando venticinque anni insieme, è stato uno dei momenti più emozionanti della mia vita: è una sensazione strana, indescrivibile, di quelle che ti raccontano ma che non riesci a comprendere. Fidatevi, è tutto vero; appena guardi il castello che hai sempre visto in miniatura sulla mensola della tua cameretta, ritorni a quando avevi sette anni e alle tue lacrime di gioia quando la mamma te lo fece trovare sulla torta di compleanno. Sì, è proprio così, solo il giorno della mia seduta di laurea ho avuto la stessa tachicardia, riapparsa davanti a Minnie che mi abbraccia e si complimenta per il mio cappello vintage très chic (bambina sì, ma sempre con stile eh). 

E poi la cucina francese, le passeggiate sulla Senna, Notre Dame, Tour Eiffel, Louvre, il pain au chocolat, i drogarons di Ladurée, gli éclair di Stohrer, lo shopping sugli Champs-élysées, e da Kilos (il vintage che si acquista al chilo…semplicemente geniale), i giardini profumati e un arcobaleno di sentimenti ad accompagnarmi.
“C’est mon anniversaire ”! – sì, il più bello della mia vita.
Lasciare Parigi non è mai stato facile per me, ma mai come questa volta. Sono grata per questo fine settimana che ricorderò sempre, in ogni sua sfumatura di cuore. Non avrei potuto chiedere di meglio per festeggiare il mio primo quarto di secolo.
À bientôt, Parigi!.

Grazie…

 To be continued…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...